Marina di Ragusa

Marina di Ragusa è una delle località turistico balneari più rinomate e frequentate della costa Sud Orientale della Sicilia, a soli 20 km dal capoluogo di provincia, risulta essere il connubio perfetto per una vacanza indimenticabile unendo la particolarità del luogo e il clima ideale.

Difatti il clima mite d’inverno e caldo nelle lunghe estati, la cucina tipica locale, i tour culturali nei siti dell’Unesco e nei luoghi di Montalbano, la rendono il luogo perfetto per trascorrere momenti di relax e di avventura. Dal 2009 ad oggi, ha ricevuto il riconoscimento della bandiera Blu per l’eccellente qualità della vita e dei numerosi servizi, il litorale libero, caratterizzato dalla sabbia dorata (dovuta dalla presenza di quarzo) e dalle acque calde e limpide del mar Mediterraneo.

Storia

Marina di Ragusa anticamente conosciuta come Mazzarelli, nome di derivazione araba mantenuto fino al 1928, che significa “piccola borgata”. Difatti nasce come piccolo villaggio di pescatori, utilizzato per imbarcare i prodotti dell’entroterra ragusano per l’esportazione, quali carrube, cereali, caciocavallo, ecc. Nel XVI venne eretta dalla famiglia Cabrera, Vicerè di Spagna titolari della Contea di Modica una torre di avvistamento e difesa contro le incursioni piratesche.

Nel 1870 conobbe un vero e proprio sviluppo con l’asfalto delle miniere ragusane, che veniva trasportato dai carrettieri e poi esportato per asfaltare le strade di tutto il mondo. Nel 1928, per volontà del gerarca fascista Filippo Pennavaria, il nome si trasformò nell’attuale Marina di Ragusa. Dopo il periodo bellico Marina conobbe un vero e proprio boom abitativo, fase che continua ancora oggi ed ha portato il borgo a diventare il centro nevralgico.

Spiagge

Il litorale della costa iblea, basso e sabbioso, è considerato uno dei più belli e amati di tutta la Sicilia, caratterizzato da sabbie finissime e dorate e gode di un mare premiato più volte con la Bandiera Blu internazionale che ne attesta la bellezza e la sostenibilità del territorio. Marina di Ragusa si estende in una lunga riviera attrezzata con le migliori strutture turistiche, spiagge vivaci e animate, adatte alle famiglie e ai bambini grazie ai fondali bassi. Il litorale ibleo offre diversi svaghi e attività sportive.

Le Spiagge di Marina di Ragusa

  • LaOla Beach – lido
  • Mancina
  • Marsa a’ Rillah Yacht Club – lido
  • Varcuzze
  • Lido Azzurro 1953 da Serafino – lido
  • Margarita beach – lido
  • Boga – lido
  • Spiaggia degli Americani

Cosa vedere

Da piccolo villaggio di pescatori a meta turistica di fama internazionale, Marina di Ragusa offre un antico centro storico, ora adibito a zona commerciale e turistica. Facendo un giro della località, è possibile scoprire i principali posti più caratteristici: tra cui la Torre Cabrera risalente al XVI secolo, Piazza Dogana, le spiagge premiate “Bandiera Blu” e la chiesa della Madonna di Portosalvo risalente agli anni 30.

Molto apprezzato è il tragitto dal Lungomare Mediterraneo, ricco di ristoranti e negozi, fino ad arrivare al Porto Turistico. Quest’ultimo sorge nel luogo dell’antico “Scalo Trapanese” e non solo costituisce uno dei porti più conosciuti del Sud Italia, ma è anche una delle principali mete attrattive della città.

Cosa vedere nei dintorni

Marina di Ragusa risulta essere il punto di partenza ideale per raggiungere i centri barocchi di Ragusa e Ragusa Ibla, Scicli, Modica, Ispica, o il castello di Donnafugata; inoltre si trova a breve distanza dalle principali mete turistiche del Val di Noto. Spostandosi dalla provincia, ma facilmente raggiungibili in giornata si trovano le altre località famose della Sicilia: i templi di Agrigento, Taormina, Siracusa, Catania, Caltagirone e Piazza Armerina.

Inoltre consigliamo di visitare le diverse oasi faunistiche, come la riserva del fiume Irminio, la riserva di Randello, la necropoli di Pantalica, la riserva naturale di Vendicari e il parco dell’Etna. È consigliabile visitare il museo archeologico di Kamarina, importante testimonianza dell’arte greco-romana dove si conservano anfore, vasi, statue e oggetti in bronzo recuperati da relitti di navi commerciali.